venerdì 11 marzo 2011

La saga di Facebook e del suo fondatore Mark Zuckerberg

La data più attesa del 2012 sarà per molti il 21 dicembre (presunta data della fine del mondo e inizio di una nuova era secondo il calendario Maya) ma per moltissimi altri sarà invece il giorno in cui Facebook entrerà nel listino delle società quotate nella Borsa di New York.

Facebook è al momento la preda più ambita nel mondo della New Economy, la società è stata valutata fino a 20 miliardi di Dollari...e il suo fondatore, inventore, presidente e padrone maggior azionista, Mark Zuckerberg,  ha resistito fino ad oggi ad ogni offerta fattagli dai magnati dell'alta finanza americana per strappare la società  dal suo controllo, sembra ormai, dopo l'annuncio che la società sarà quotata in borsa a partire dal 2012, che l'unico modo per riuscirci sarà quello di rastrellare le azioni sul mercato azionario pubblico, niente trattativa privata.

Chi diavolo è Mark Zuckerberg innanzitutto? come è cominciata la storia di quello che è stato dichiarato dalla rivista Fortune come il più giovane miliardario del mondo?
Beh...tutto sommato non è che si sappia molto di lui...anche se è appena uscito un film pseudo-biografico basato su un libro altrettanto pseudo-biografico che racconta la sua storia, o almeno quella che si vuol far passare per la sua storia, visto che il protagonista al riguardo sembra abbia detto semplicemente "...solo scemate, è tutta una invenzione..."
Una cosa però è certa, Mark Zuckerberg (in italiano farebbe Marco Montezucchero....) è nato il 14 Maggio 1984 a White Plains, New York, USA , l'ora non è conosciuta, e più sotto troverete il grafico del suo tema natale eretto per le ore 12:00.
Di lui comunque si sa abbastanza poco , e la sua vita, malgrado un libro, un film, un mare di dollari e 500 milioni di utenti al suo sito, si può raccontare in poche righe e questa la dice lunga su quanto il nostro Mark sappia e voglia comunicare.
Figlio di un dentista e di una psicologa, dimostra fin da piccolo (ma và...!) un grande interesse per i computer e comincia a programmare ancora alle medie fornendo a suo padre un programma di messaggistica da usare per i clienti dello studio dentistico, sviluppa altri programmi per divertimento, inventa giochi e già alle superiori è così famoso come inventore e sviluppatore di programmi per computer che diverse società vogliono assumerlo.
E' proprio alle superiori che Zuckerberg scopre l'uso di pubblicare all'interno della scuola, ogni anno, per ogni corso, dei quaderni con le foto e i dati biografici di ogni studente, in modo da dare a ciascuno a possibilità di mettersi in contatto con qualsiasi altro studente, anche a distanza di tempo, per riunioni e feste , una consuetudine  questa molto comune in America, molto più che in Italia.
Questi quaderni sono l'idea che sta alla base di Facebook

Nel 2002 però si iscrive ad Harvard e inizia a lavorare per un sito internet universitario chiamato Harvard Connection che intendeva promuovere più modernamente e velocemente la socializzazione tra gli studenti, mettendo su internet le stesse informazioni (foto e dati bio) che venivano raccolte a mano o messe all'albo, però Zuckerberg, una volta capito che l'idea poteva essere sfruttata meglio per conto proprio, abbandona questo progetto per lavorare ad uno tutto suo chiamato inizialmente "thefacebook".
Dopo alcuni contrattempi iniziali il 4 Febbraio del 2004 viene lanciato ufficialmente Facebook sul sito della università e nel giro di poche settimane , per quanto il sito si rivolga solo ed esclusivamente agli studenti universitari,  la voce si sparge così in fretta che il sito raggiunge una dimensione tale da richiedere l'aiuto di due colleghi programmatori e sopratutto da aver bisogno di essere operato a tempo pieno, in maniera professionale.
Nel giugno del 2004 i soci si ritirano dall'università e si spostano in un appartamento in affitto a Palo Alto, che diventerà la sede del più grosso (ma fino ad oggi ancora senza profitti) Business di internet degli ultimi anni.

Le vicende dal 2004 ad ora sono più che altro un susseguirsi di problemi legati al rapidissimo accrescimento del sito, che richiede sempre nuovi capitali per essere mantenuto operativo, con nuovi investitori che cercano di prendere controllo della società e si trovano davanti un osso duro che ogni volta dice " io cerco soldi solo per la società, per me stesso non ho bisogno di soldi (è verissimo, non possiede vestiti nè scarpe, solo magliette, jeans e sandali di plastica, vive in un appartamento ufficio un pò squallidino che fa anche da dormitorio/ostello per amici e collaboratori) quindi non vendo la società....cosa me ne faccio dei soldi se l'unica cosa che voglio fare è badare al mio sito"

Dopo una prima causa con i promotori del sito da lui abbandonato, che dicono di essere stati derubati dell'idea, e conclusa con un accordo che prevedeva il pagamento di 20 milioni di dollari da parte di Mark Zuckerberg, sembra che la stessa causa sia stata riaperta con nuove richieste (della serie "piatto ricco mi ci ficco!").

Della breve permanenza di Mark Zuckerberg ad Harvard sono note alcune cose: che non fosse un tipo socievole, che passasse tutto il suo tempo chiuso in camera a lavorare al computer, che avesse un bruttissimo carattere e che per questo piacesse poco ai colleghi maschi e proprio niente alle ragazze.

Non pochi dicono che l'unico motivo per cui Mark Zuckerberg si è tanto dedicato a sviluppare un sito di socializzazione tra studenti fosse proprio la sua incapacità a socializzare di persona...una personalità assolutamente egocentrata con empatia verso il prossimo pari a zero.
Di lui anche si parla, o meglio si... sparla, come del più ricco malato al mondo che soffre della sindrome di Asperger, una malattia che qualche medico definisce semplicemente come una forma molto leggera di autismo.
La sindrome di Asperger, dal nome del medico austriaco che la definì negli anni '40, prevede una serie piuttosto vasta di sintomi alcuni anche molto lievi che però sono solo il corollario a due sintomi ben precisi e facilmente riconoscibili; uno è la fissazione maniacale del soggetto su un settore della vita molto specifico e ristretto che diventa l'interesse della sua vita e prende la totalità del suo tempo, una vera e propria mania, l'altro è l'assoluta mancanza di interesse per le reazioni degli altri alle sue azioni, una assoluta mancanza di empatia verso il prossimo, mancanza di empatia che mette parenti, amici ed estranei tutti allo stesso livello.
Impossibile dire se quanto sopra corrisponde al vero o meno, il film a detta di molti non rispetta un gran chè la verità e sembra che anche il libro non sia proprio un esempio di obiettività ma è indubbio  che certe esagerazioni volute dagli sceneggiatori hanno avuto come spunto di partenza proprio le deficenze caratteriali del soggetto.

Comunque dal 2006 Mark Zuckerberg è legato, con fortune alterne ad una studentessa di medicina di famiglia cinese, Priscilla Chan, se non altro il nostro Mark ha trovato qualcuno con cui imparare a comunicare di persona....


Guardando il suo tema natale, malgrado ci manchi la possibilità di fare una correlazione tra caratteristiche del suo cielo natale e gli eventi della sua vita, in quanto senza l'ora precisa di nascita non riusciamo a calcolare le case zodiacali, possiamo lo stesso trovare degli spunti molto interessanti su cui meditare perchè questo tema è senz'altro molto speciale.
Non faremo la solita analisi delle posizioni dei pianeti nei segni e aspetti relativi ma andremo a vedere le particolarità del tema e ce ne sono veramente tante.

Innanzitutto si nota subito come manchi la componente Aria nel tema, ci sono solo pianeti in segni di terra, fuoco e acqua, con una prevalenza dello Scorpione piuttosto inquietante (gli stellium in Scorpione sono sempre un pò inquietanti....)
Questo è un primo indizio di poca capacità comunicativa, almeno verso l'esterno, per l'empatia invece diciamo che lo Scorpione non è il massimo specie se ha come intermediari Saturno, Marte, e Plutone...certo c'è la Luna ma guardate come è mal messa...ci torneremo sopra ma non troveremo alcun aiuto.

Poi noteremo la preponderanza di segni fissi con relativa definizione di grande forza di volontà, resistenza contro influenze esterne e incapacità a trovare compromessi (si può riassumere in una parola sola: testa dura).
La mancanza quasi completa di segni mobili aggiunta alla preponderanza di fissi, fa presupporre che ci sia poco o niente da fare per chi voglia fargli cambiare idea su qualcosa su cui ha già preso una decisione.
Nel complesso diciamo poca predisposizione a comunicare, del resto i suoi colleghi studenti dicevano di lui "è come parlare a un muro...non ti sta a sentire..."

Notiamo poi che in questo tema ci sono ben sei pianeti retrogradi, il che capita solo a meno del 5% delle persone circa.
Prendiamo il minimo comun denominatore di questa famiglia di ...retrogradi e vediamo che si tratta ancora una volta di una certa durezza di carattere e incapacità di stare ad ascoltare gli altri, ogni pianeta contribuisce a suo modo, ovviamente.

Sole in Toro, peregrino e congiunto al suo dispositore Venere e trigono a Giove ma anche opposto a Saturno a Marte e alla Luna...direi un sole un pò imbarazzato, con legami felici ai pianeti della fortuna e infelici a quelli della sfortuna...che parte prevarrà...? mancano purtroppo le case a dire la loro.

Luna in Scorpione, in esilio dunque, ma questo sarebbe ancora niente se non fosse che la Luna quì è "assediata" dai malefici, doppiamente assediata il che è abbastanza raro, poichè presa in mezzo da un malefico antico e uno moderno per parte, da un lato Plutone e Saturno e dall'altro Marte e Urano...già la Luna saturnizzata perde gran parte della sua capacità empatica che avrebbe fatto molto comodo al soggetto viste le premesse di cui abbiamo parlato sopra, se poi la consideriamo nel suo stato di assediata dobbiamo solo prendere atto che stiamo parlando di una luna assolutamente inefficace, anzi controproducente...
Unica nota lieta il sestile con Giove che per quanto unico aspetto favorevole è pur sempre benefico, anche se qui Giove non può dare il massimo essendo in caduta in Capricorno, è pur sempre Giove ed è anche un Giove toccato solo da aspetti positivi incluso un ottimo trigono a Venere.

Tutto sommato una persona con un carattere evidentemente difficile e sfortunato a cui però non verrà mai a mancare un pò di fortuna...

Il massimo a mio parere della singolarità di questo tema viene però raggiunto quando si considera che possiede ben due pianeti senza aspetti maggiori.
Mercurio in Ariete e Urano in Sagittario (Mercurio sarebbe in opposizione con Plutone ma i segni in cui si trovano i due pianeti non sono in opposizione tra loro ma in quinconce quindi secondo la tradizione non è un aspetto valido, per ulteriori particolari vedi qui mio post sull'argomento).

I cosidetti pianeti "single" cioè senza aspetti maggiori (tolemaici) con altri pianeti, sono abbastanza rari, e due assieme nello stesso tema ancora più rari, ad ogni modo non tutti gli astrologi sono concordi sul significato da dare a tale anomalia.
Alcuni parlano di pianeti senza un obiettivo, confusi, altri di pianeti incapaci di comunicare e di agire, altri preferiscono aumentare l'orbita degli aspetti fin tanto che non prendono dentro anche quelli e così risolvono il problema alla radice....
Personalmente preferisco da sempre usare il concetto di pianeta focalizzato al massimo, come un raggio laser, su un aspetto solo della vita, a volte in maniera estremizzata o alterata, ma quale? per saperlo bisognerebbe sapere che casa governa e che casa occupa...

Peccato ancora una volta non avere l'ora precisa di nascita però una idea possiamo farcela lo stesso dato che i pianeti non possiedono solo significati in quanto si trovano in una certa casa o la governano, tutti i pianeti a volte sono anche usati come significatori generali e quindi possiamo tranquillamente dare a Mercurio il significato tradizionale di pianeta della comunicazione e a Urano quello di pianeta della innovazione.
Se consideriamo anche i segni in cui si trovano mettiamo pure un accento sul lato battagliero del soggetto quando si tratta di difendere le proprie idee e sull'essere alquanto individualista e poco amante dei vincoli imposti da altri.

Se qualcuno si domanda come possa un individuo senza un minimo di capacità empatica e con una disposizione così difficile verso la comunicazione ad occuparsi proprio di comunicazione creando il più grande social network desistente su internet...beh io consiglierei di riflettere bene sulla differenza che esiste tra saper comunicare e lavorare per la comunicazione creando solo strumenti di comunicazione, Mark Zuckerberg è interessato a controllare il suo sito, la sua società, non a comunicare con i suoi clienti....il suo interesse alla comunicazione è quello dello Scorpione, lui cerca il controllo sugli altri attraverso la raccolta di informazioni sugli altri e Facebook è oggi, a detta di molti osservatori, il più grande centro di raccolta dati personali del mondo, altro che sito di socializzazione...

Una parola anche per la società Facebook, il lancio del sito avviene come detto il 4 febbraio 2004 ma l'ora non è nota, però il fatto che questo sia stato il sito su internet con più successo di ogni altro deve a mio avviso essere visibile nel tema natale, se analizzato secondo le regole dell'Astrologia Elettiva, per cui dopo averci dato un'occhiata piuttosto curiosa, mi pare che l'ora più giusta da scegliere durante quel 4 febbraio per aiutare a far diventare un sito, che poteva finire come tanti altri nell'anonimato, "Il sito" più visitato e con più soci al mondo, potesse essere le 10:25 a.m...

Notare come la Luna, il significatore generico del tema e significatore di colui che fa nascere l'evento sia quasi arrivata alla fine del Cancro, per ore successive alle 10 e 25 la Luna ha solo la possibilità di fare aspetto applicativo di opposizione con Mercurio o di quadratura con Marte sul confine tra due segni, aspetti ben poco appetibili entrambi...anzi da evitare assolutamente come primo aspetto.
Per ore precedenti le 10 e 25 invece la Luna ha come primo aspetto applicativo un trigono con Venere e dunque un inizio felice per l'impresa e per Mark Zuckerberg.
A questo punto resterebbe solo, per un astrologo incaricato di trovare il miglior momento per far cominciare questa impresa, dare una buona posizione nelle case agli interpreti principali del tema, noi andremo invece ancora a ritroso.
Come già spiegato qui nel mio post sull'astrologia elettiva non esiste un momento assolutamente privo di controindicazioni, nessun momento è mai perfetto, però se il giorno è il 4 febbraio 2004 allora le posizioni dei pianeti sono molto buone solo per un ora vicina alle 10 25.

Intanto avremo la Luna fortificata in casa angolare, sole in casa angolare e sopratutto il significatore principale del "business" cioè Urano governatore della casa 11a (i gruppi, i club dove entrano solo i soci, le riunioni di persone che si trovano per socializzare) è fortificato in quanto si trova proprio in 11a, Venere governatore dell'Asc nella stessa casa del significatore principale, il governatore della 10a casa in trigono con Urano, Mercurio governatore della 2a (soldi) e della 3a (comunicazione) in 10a casa sestile a Venere.
Inoltre abbiamo l'ASC in Toro che corrisponde al segno solare del soggetto e anche questa è una buona posizione.

Per ore precedenti i pianeti perdono ad un ad una le loro posizioni angolari e significative ed il tema si indebolisce, per cui io sarei rimasto a questa ora, minuto più minuto meno...

Se questa è la carta del momento della nascita di Facebook resta sempre il problema di cosa succederà dopo un primo avvio a tutto gas (sestile luna venere) come è infatti avvenuto, gli aspetti successivi della luna prima di lasciare i segno li abbiamo già visti e sono entrambi molto negativi, quadrato verso Marte (governatore della 12a= nemici occulti e della 7a= nemici ufficiali, soci) e opposizione con Mercurio (soldi), e ciò che si prospetta quindi per questa impresa è di andare a finire male per mancanza dei liquidi necessari a sostenersi da sola, probabilmente cambiando radicalmente modo di gestione.

5 commenti:

nia ha detto...

Buongiorno e buona domenica.
Dopo aver letto il tuo articolo come sempre ben articolato e vasto, in un certo senso mi spiace anche non usufruire di questo strumento.
Per il discorso Mark Zuckerberg e il suo tema invece, beh... che dire, forse riesce a sfruttare i pochi aspetti positivi che presenta il suo tema, oppure sono proprio i negativi che gli hanno permesso di creare un sistema di comunicazione come Facebook che poi è abdato comunque avanti da solo.
Non è la prima volta comunque che noto che temi che non sono, per così dire, dei gioiellini astrologici caratterizzano in un certo senso persone di fortuna.
Grazie come sempre per la dettagliata analisi, peccato che l'ora non sia conosciuta, io in internet ho trovato: nato a Dobbs Ferry (New York) il 14 maggio 1984 alle 05.38, ma non so quanto sia attendibile! Buona domenica...

Saturnello ha detto...

Ciao Nia,

l'ora purtroppo non la si conosce con esattezza, su internet si trovano solo supposizioni, oltretutto molti riportano la nascita come avvenuta a Dobbs Ferry dove invece lui è cresciuto dopo che la famiglia si è spostata dal luogo di origine e cioè White Plains (in ogni caso località non molto distanti tra loro).
Come hai notato una persona con un tema natale che sembra "cattivo" spesso ottiene risultati migliori di chi invece ha un tema pieno di aspetti favorevoli...è il libero arbitrio, sono le scelte di vita che facciamo che fanno la differenza...astra inclinant non necessitant...
sono solo prove da superare...beh sai come la penso... -_^
grazie e ciao
Buona settimana

Luca Giorgetti ha detto...

Buongiorno Saturnello, grazie del tuo bellissimo blog!

Vorrei porti una domanda: in che maniera stabilisci il pianeta significatore di una persona? Come mai per Zuckerberg è la Luna (se ho ben capito: hai scritto significatore generico del tema e significatore di colui che fa nascere l'evento), mentre per il Principe William il Sole, per Kate Saturno (in riferimento ad un altro post)?

Grazie mille e complimenti per il lavoro!

Saturnello ha detto...

Ciao e grazie per gli apprezzamenti,

In entrambe le carte la luna è sia il significatore secondario di chi fa nascere l'evento che significatore generico della carta.

Nel caso di elezione per matrimonio il governatore dell'Ascendente è significatore dello sposo e il governatore del discendente quello della sposa, implicita in questa scelta la supposizione che sia sempre l'uomo a decidere sul matrimonio, retaggio del mondo patriarcale in cui è nata l'astrologia.
Nel nostro caso l'Ascendente è in Leone e il Discendente in Aquario da cui la scelta di avere sole e saturno come significatori principali degli sposi.

ciao
Saturnello

Luca Giorgetti ha detto...

Grazie, sei stato chiarissimo!