mercoledì 18 dicembre 2013

Nelson Mandela, Marte in Bilancia, astrologia di un grande uomo

Nelson Mandela
Ho avuto la fortuna di poter vedere Nelson Mandela da vicino, nel suo paese, tra la sua gente, bianchi e neri insieme, qualche anno dopo il suo insediamento come presidente del Sud Africa.
Anche se ero confuso tra le varie centinaia di persone presenti alla cerimonia di inaugurazione di un grande complesso industriale sono stato molto colpito e affascinato dalla personalità di quell'uomo che poteva anche apparire fisicamente fragile, alla sua età e con tutto quello che aveva subito in 27 anni di carcere, ma che emanava una tale forza e una tale autorità da meritarsi l'immediato rispetto e l'attenzione di qualsiasi persona lo avvicinasse.
E' stato senz'altro la persona che mi ha dato con la sua sola presenza la spiegazione di cosa voglia dire nascere leader, perché leader si nasce e non si diventa, checchè ne dicano i vari pseudo-leader politici che attualmente infestano il nostro paese...

Non dirò niente altro per la sua morte, sarebbero parole inutili e superflue, è già stato celebrato e pianto in migliaia di necrologi dalle più alte cariche e personalità civili e religiose di tutto il mondo, e mi limiterò quindi a parlare di astrologia prendendo come esempio questa figura conosciuta in tutti i più sperduti angoli della terra.
Per la biografia completa di Nelson Mandela vedere qui.
Intanto non esiste una ora certa della sua nascita, malgrado in quasi tutti i siti astrologici si parli di una nascita avvenuta verso le 2 del pomeriggio la verità è che solo la data di nascita è certa (veramente ci sono alcuni che non considerano del tutto affidabile nemmeno quella) mentre il resto sono solo congetture o detto in termini astrologici, rettificazioni dell'ora di nascita sulla base degli avvenimenti della sua vita, peccato che di ore così rettificate ne esistano più di una...
Nato nel villaggio di Umtata il 18 luglio del 1918, all'inizio dello scorso secolo, non c'è da stupirsi se l'ora di nascita non è conosciuta, alle popolazioni indigene di quei tempi e in quei luoghi non interessava proprio un bel niente sapere l'ora di nascita (e al giorno d'oggi il loro atteggiamento non è cambiato molto) e anche se avessero avuto voglia di saperla sicuramente non avevano modo di misurare il tempo con una certa esattezza...e che Nelson Mandela sia nato in una famiglia di nobili origini non può aver fatto nessuna differenza.

Il tema natale di Nelson Mandela quindi è riportato per una nascita alle 12:00 come si usa di solito per le nascite senza ora certa, e non potendo contare sulle case astrologiche la breve analisi che segue viene fatta solo sulla base dei pianeti nei segni e degli aspetti tra i pianeti.

tema natale di Nelson Mandela per le ore 12:00

Tanto per cominciare il Sole in Cancro è senz'altro un pò fuorviante se preso da solo, uno dei tanti casi in cui trattare della personalità di un soggetto guardando solo al suo segno solare può portare a giudizi estremamente errati.
Se prendete qualsiasi testo di astrologia sotto la voce Cancro troverete scritto che l'uomo del cancro è decisamente  umorale, sensibile, romantico e sentimentale, conservatore e reazionario, per nulla portato alle rivoluzioni ai rinnovamenti.
Uomo tutto casa e famiglia, lavoro e figli, salute ecc.ecc. classico uomo di famiglia con poche o nessuna ambizione al di là della famiglia...appunto, addirittura attaccato alle sottane della madre...un mammone insomma....e a proposito sembra che i cancerini siano anche dei grandi malati immaginari...
Nelson Mandela nel 1961
Ma quello che mi colpisce di più in queste descrizioni è il fatto che tutti concordano nel dare ai nativi del cancro un carattere assolutamente passivo e influenzabile...qualcuno perfino li ritiene incapaci di prendere decisioni da soli...poco inclini ad assumere incarichi di responsabilità che costringano a fare il capo.
E' chiaro che le definizioni del Cancro così come vengono riportate sui libri sono valide solo quando il segno si manifesta in purezza, con molti pianeti personali nel segno e ben sostenuti e anche un angolo importante come l'Asc nel segno, altrimenti bisogna prenderle con molta cautela, e questo vale per tutti i segni non solo per il cancro.
Inoltre si deve tener conto del fatto che le definizioni caratteriali dei segni riportate sui manuali non solo sono molto teoriche ma anche un pò esagerate, espediente usato per farle ricordare meglio, cosa che però rende a volte alquanto improbabile il ritratto che ne deriva.

Detto questo nessuno è in grado di dare una valutazione precisa e completa del carattere di Mandela, se non forse chi lo ha conosciuto da molto vicino, ma certo che quel che si può ottenere spulciando tra le definizioni del segno del Cancro nei vari testi astrologici degli autori più noti al momento assomiglia proprio poco...molto poco...a quel che invece possiamo dedurre da ciò che Mandela è stato e che ha fatto nella sua lunga vita.

Del segno del Cancro Mandela ha preso senz'altro la determinazione a fare e ad agire tipici dei segni cardinali, che non sono mai passivi come si vorrebbe invece far credere riguardo al Cancro...in più il suo punto focale è stato rappresentato sempre dalla sua nazione, anzi dall'unità della sua nazione, che egli ha voluto preservare a tutti costi, caratteristica questa cancerina al 100%
Mandela ha poi considerato sempre suo compito principale darsi da fare per gli altri, per i loro diritti, anche se, come rappresentante di una famiglia ricca e potente avrebbe potuto benissimo fare una vita tranquilla e , considerati i tempi, agiata, non dimentichiamoci che è stato uno dei pochi neri a laurearsi in legge e intraprendere la professione di avvocato.
La tendenza a caricarsi delle necessità degli altri, a voler provvedere al loro sostentamento, è tipica del Cancro.
In un tema natale se vogliamo trovare la spiegazione delle pulsioni del soggetto dobbiamo guardare anche a Marte e se guardiamo Marte nel tema di Mandela, troveremo molte spiegazioni delle sue azioni pubbliche, poichè Marte è in Bilancia, per il pianeta una condizione anomala, in esilio nel segno opposto al suo, costretto ad agire al contrario della sua natura, ad agire cioè con diplomazia, poichè disposto da Venere, il pianeta dell'amore, della bellezza e dell'armonia, Marte in Bilancia come pianeta vocazionale porta a professioni come l'avvocato o il magistrato o il politico.
Ma una cosa è certa, Marte in Bilancia non è un Marte che può restare pacifico a lungo, se non viene soddisfatto nelle sue richieste di giustizia, come vuole il segno, esplode in episodi di aggressività più o meno estremi a seconda del resto del tema e delle circostanze.
Consiglio di astrologo: non mettetevi mai contro una persona con Marte in Bilancia per questioni di giustizia.

Non dimentichiamoci poi che la Bilancia è il segno in cui Saturno ha la sua esaltazione, e il Marte nel tema di Mandela non può che sentirne la presenza, visto che è anche in aspetto di sestile con Saturno, e sarà quindi portato ad agire per motivi seri ed importanti, mai a casaccio o di impulso ma solo dopo aver ben valutato tutte le opzioni e calcolato e accettato il risultato di ogni azione.
Marte è anche sestile a Nettuno, il pianeta del socialismo e dei movimenti libertari in genere, la congiunzione Saturno/Nettuno non può che aver spinto l'attività di Marte in quella direzione ben precisa che lo ha portato prima alla militanza, poi al carcere e infine alla presidenza del suo paese.

Il 12 febbraio 1990 Nelson Mandela viene rilasciato
Mandela si è impegnato a lungo prima come attivista, dando anche supporto legale come avvocato, e poi leader del movimento anti apartheid ANC (Congresso Nationale Africano) che era a sfondo pacifista, movimento che prendeva come esempio l'operato di Gandhi in India, completamente rivolto alla non-violenza.
Fu solo dopo aver fallito in quella direzione e compreso che le condizioni in Sud Africa erano diverse da quelle dell'India e non avrebbero consentito di ottenere alcun risultato che decise di abbandonare le schiere dei non-violenti e di fondare una ala armata all'interno dell'ANC e cioè il MK, Marte e Mandela avevano perso la pazienza.

In pratica il Marte in Bilancia dopo aver tentato in tutti modi di ottenere giustizia con la ragione e la diplomazia e non avendola ottenuta, portò a un radicale cambiamento di tattiche, e cioè non più chiedere con remissività ma pretendere con la forza, anche se Mandela fu sempre preoccupato che le azioni del suo gruppo non degenerassero in inutile violenza, cercando di evitare dove possibile che vi fossero vittime come risultato delle azioni militari della sua organizzazione.
Il risultato fu, malgrado l'impegno a non usare la violenza fuori di necessità, che lo spargimento di sangue ci fu lo stesso e tanto da allertare tutte le polizie e i servizi segreti dei paesi occidentali, Mandela fu per un certo periodo, prima del suo arresto e condanna all'ergastolo, uno delle persone più ricercate al mondo, tanto da essere incluso nella lista compilata dai servizi segreti americani dei 100 uomini più pericolosi al mondo, e come leader politico e militare era talmente temuto che il primo ministro britannico Margareth Tatcher lo definì come un "bandito a capo di una organizzazione criminale".

Che il suo Marte in Bilancia fosse sotto controllo e quindi meno pericoloso di quanto avrebbe potuto essere in altro segno lo dimostra il modo incruento in cui, dopo la sua liberazione, egli guidò la transizione del Sud Africa da paese non democratico governato da una minoranza, a paese democratico con rappresentanti nominati con libere elezioni, senza che vi sia stato alcun spargimento di sangue, senza vendette, senza rivalse da parte di quella maggioranza nera che era stata per secoli dominata e tenuta in regime di semi schiavitù dalla minoranza bianca.
Una volta ottenuta la giustizia Marte non aveva più bisogno di violenza, e lasciava volentieri il passo ai metodi della diplomazia e della democrazia.
Marte in Bilancia non è un pianeta facile, è contraddittorio, di complicata gestione, e chi sia poi a vincere tra la natura indomita di Marte e i condizionamenti pacifici di Venere dipende da tutto il resto del tema e non è mai facile vederlo.
Non sapendo esattamente in quali case si trovano i pianeti nel tema di Mandela non possiamo sapere in quale settore preciso della vita siano state riversate le energie di ciascuno ma è già molto sapere di che tipo di energie stiamo parlando.

Naturalmente non tutti si trovano nella stessa situazione di Nelson Mandela ma le qualità di Marte in Bilancia rimangono le stesse anche se si tratta di combattere per eleggere il nuovo amministratore condominiale o per ottenere miglioramenti per colleghi e subordinati nell'ambiente lavorativo, quando c'è da combattere per la giustizia non c'è niente di meglio che avere un bel Marte in Bilancia...o conoscere qualcuno che ce l'ha....


i funerali di Nelson Mandela





2 commenti:

Alessandra ha detto...

Bellissima la tua analisi di Marte in Bilancia, veramente azzeccata nel suo significato più intrinseco. Mi sono accorta anch'io che i soggetti che lo detengono oscillano spesso tra necessità diplomatica (equilibrio, contegno, ricerca del compromesso)e paladinismo giustiziale (la messa in atto di una vera e propria crociata). Spesso il desiderio di attuare giustizia rimane solo a livello mentale e stenta a concretizzarsi, dipende come al solito dal resto del tema.

Saturnello ha detto...

Grazie per il commento e le parole di gradimento.
Marte è il pianeta più importante dopo sole e luna nell'analisi di un tema natale, e a volte è proprio difficile sia da analizzare nel contesto del tema che da gestire a livello personale.
D'altra parte tutti i pianeti quando sono nel segno di caduta o esilio sono difficili da gestire anche se Marte lo è in modo particolare dato che, per scomodo che sia, resta sempre il pianeta delle pulsioni e si fa sempre sentire, non restando mai in sottofondo ...al limite si sfoga in altri settori della vita.

Interessante la lunga lista di Papi di epoca moderna(a finire con Papa Francesco)che possiedono nel tema questa caratteristica.

Buon Anno
Saturnello