venerdì 5 novembre 2010

C'è un tempo per nascere e uno per morire....

Una volta deciso di far nascere un Blog, non è la scelta del titolo o del layout o altre difficoltà di questo genere a complicare la vita di un astrologo, ma bensì la decisione di quando farlo nascere e cioè la scelta del tempo più propizio per l'invio del primo post.

Non un giorno, ora e minuto qualsiasi ma scelti in modo da garantire al blog almeno un futuro che non sia troppo ostacolato dagli astri se proprio non è possibile eleggere un momento totalmente propizio.

Qui sotto il tema del momento del mio primo post su questo blog,



Per ottenere questo tema ho usato quella branca dell'Astrologia che si chiama Astrologia Elettiva e che non tutti i moderni praticanti dell'Arte conoscono, ma gli antichi la usavano ogni giorno per i loro affari e per quelli dei loro clienti, essi sapevano che  "...ogni cosa ha il suo tempo e c'è un tempo per ogni cosa sotto il cielo. C'è un tempo per nascere e uno per morire. C'è un tempo per piantare e uno per sradicare ciò che si è piantato... (Ecclesiaste 3.1)" e chi sa come trovare "quel" tempo ha senza dubbio risolto una parte dei suoi problemi.

Ho detto "una parte" perchè sia subito chiaro che la scelta del momento più propizio per far nascere qualcosa non può cambiare le caratteristiche di quel particolare evento, non si fanno miracoli in astrologia....se qualcuno è stato convinto ad investire capitali in una società che progetta di vendere..frigoriferi agli Eschimesi o stufe elettriche ai Tuareg, beh....ha voglia di consultare astrologi per trovare il momento più propizio per cominciare l'impresa e farla diventare redditizia...!!!
L'astrologia elettiva può dirvi qual'è il miglior momento per partire ma non può darvi le gambe per camminare, se non ci sono i presupposti giusti l'elettiva serve proprio a niente, se invece i presupposti ci sono allora scegliere il momento giusto significa risparmiarsi un bel pò di problemi.
Prima di tutto bisogna decidere il lasso di tempo entro cui si intende iniziare l'impresa che ci interessa, ed è meglio avere tempi nè troppo ampi nè troppo stretti.

Tempi troppo ampi significa un lavoro lunghissimo e improbo per l'astrologo e dover poi scegliere tra svariate date tutte egualmente buone anche se tutte con i loro pro e contro, a volte scegliere la data migliore tra tante a disposizione non è affatto semplice nè auspicabile.
Nel secondo caso, se non c'è molta possibilità di scelta, bisogna accontentarsi di scegliere non il migliore momento ma solo il meno peggiore, e non è detto che questo sia sufficiente ad accontentare il richiedente.

Le regole sono quelle dell'astrologia oraria, un tema di astrologia elettiva infatti si legge come uno di oraria ma con l'avvertenza che ciò che appare è lo sviluppo di un qualcosa che, fintantochè non è fatto iniziare, esiste solo sulla carta mentre l'oraria risponde a domande fatte sull'evolversi di situazioni già esistenti, che per qualsiasi ragione sono di interesse per il consultante.

Questa è una storiella che uso spesso per chiarire le differenze tra Oraria e Elettiva.

Un cliente và da un astrologo specializzato in astrologia Oraria e chiede "Avrei deciso di fare un viaggio in spagna, ci andrei in auto con degli amici senza una meta precisa, vorrei sapere come andrà il viaggio "
A questo punto l'astrologo stende un tema proprio per il momento e per il luogo in cui riceve la domanda, lo analizza e la sua risposta potrebbe anche essere questa " beh ...veramente nel tema non vedo alcun viaggio in spagna, almeno non nei prossimi mesi, ...al momento vedo in arrivo un pò di problemi di lavoro che non la faranno muovere dal suo ufficio per molto tempo...se mai ci sarà un viaggio verrà tra un bel pò..."

Il cliente non sà se credere o nò all'astrologo e allora, tanto per mettere alla prova l'astrologia, decide di consultarne un altro, specializzato questa volta in astrologia Elettiva e al quale invece chiede "Ho deciso di fare un viaggio in spagna con degli amici per un giro turistico senza una meta precisa, vorrei sapere in che data è meglio partire, nel prossimo weekend oppure in quello dopo...? avremmo deciso di partire in auto da Milano."

Questo secondo astrologo stende diversi temi per coprire tutto il lasso di tempo datogli dal cliente, ma questa volta per il luogo da cui avverrà la partenza e dopo aver scelto il tema che ritiene migliore potrebbe magari rispondere qualcosa del genere " considerate le restrizioni nei tempi e luogo di partenza il momento migliore per partire per il suo viaggio è domenica prossima alle 17:15 , per chi viaggia ci saranno dei piccoli contrattempi al momento del ritorno, ma per il resto tutto liscio come l'olio"

Dato per scontato che le due risposte siano esatte, come mai questo ipotetico cliente alle prese con il suo ipotetico viaggio riceve queste due ipotetiche risposte e non la stessa (sempre ipotetica) risposta?

Come dicevo sopra l'astrologia oraria serve a prevedere lo sviluppo di una situazione esistente che interessa il consultante, nel caso citato la "vera" situazione che viene presentata all'astrologo NON è il viaggio in spagna ma il "proposito di fare un viaggio in spagna" e questa situazione, cioè il proposito del viaggio può concretizzarsi in vari modi, in un viaggio così e così, in un bel viaggio da ricordare, in uno orrendo da dimenticare subito...ma anche in un viaggio che resta solo un desiderio...che non si concretizza affatto.

Per contro l'Elettiva si interessa dei possibili sviluppi di una situazione che non esiste ancora ma di cui è stato scelto un certo momento per farla esistere, possiamo dire che si interessa della qualità del tempo, di quale particella di tempo cioè, tra i milioni di istanti disponibili,  è la più indicata per iniziare qualcosa di preciso, ma non si preoccupa se quel momento verrà utilizzato o nò, se verrà sfruttato al meglio o se rimarrà inutilizzato, quell'istante di tempo scelto possiede qualità tutte sue a prescindere da chi le userà, nel nostro caso l'evento è il viaggio e dunque la risposta, di principio, sarà la stessa per qualsiasi persona che debba partire in quel weekend da Milano per andare in qualsiasi parte del mondo, la risposta riguarda la qualità del tempo nei riguardi del viaggio, non di chi lo fà.

Tutti e due gli astrologi hanno dato una risposta conforme ai principi che stanno alla base della tecnica astrologica usata, se le risposte differiscono è perchè le due tecniche, per quanto strano possa sembrare, si occupano di futuri differenti.

Naturalmente le cose in pratica non sono mai così semplici, se è vero che un certo istante è buono per partire da un certo luogo, per prima cosa non a tutti è dato di partire, poi non a tutti è dato di partire da quel luogo, infine non a tutti è dato di poter scegliere quando partire.
Ecco che entra in ballo il destino individuale, ecco che forse conviene, per capire le sottigliezze dell'astrologia tornare a quel qualcuno che è stato convinto di poter vendere stufe elettriche ai Tuareg del deserto.

Potremmo pensare che questa persona evidentemente non ha bisogno di un astrologo, ma bensì di un commercialista, di un consulente che gli spieghi perchè l'impresa in cui si è messo è fallimentare in partenza.
Forse basterebbe ma, sicuramente, prima o poi si rimetterebbe nei pasticci con un altra impresa del genere.
Un astrologo potrebbe invece, guardando nel suo tema natale, fargli capire che non ci sono le capacità, i talenti, le doti caratteriali necessarie per poter iniziare con qualche possibilità di successo la cariera inprenditoriale nel commercio, a prescindere dal momento scelto per iniziare l'attività, ma che invece le sue doti innate sono tali da consentirgli una carriera in tutt'altro campo.

Se è vero che un tema di Elettiva è bastante a se stesso e può essere usato da solo, è altrettanto vero che a volte un'occhiata al tema natale può salvare astrologo e cliente da mettersi ambedue nei guai...


10 commenti:

nia ha detto...

Articolo molto chiaro e interessante. Confesso che la differenza tra oraria ed elettiva non era ben chiara nemmeno a me. Non ho ancora approfondito né l'una né l'altra, ho posto in un forum giusto qualche domanda di oraria, ma nulla più.
Ricordo che anch'io avevo guardato quando aprire e far partire il mio blog, avevo posto l'enfasi sulla 5a e la 7a e direi che ad oggi problemi non ne ho avuti di nessun tipo.
Un altro fattore interessante, per me almeno, l'avevo aperto l'anno che avevo Saturno di rivoluzione in 3a casa, a dimostrazione che quello che è limitante per i più non lo è per tutti, da saturnina probabilmente ho visto l'apertura del blog come una possibilità di crescita di sviluppo ulteriore.
Un in bocca al lupo anche al tuo blog! Buona domenica ancora, ciao ciao...

Saturnello ha detto...

cara Nia,

Avevo notato come il tema del tuo blog non sembrasse affatto casuale...

A prescindere dalla posizione nel tema natale, Saturno nei temi di Elettiva sta spesso a significare ciò che dura nel tempo, gli antichi lo usavano "sempre" quando volevano trovare il momento giusto per fondare una città, oggi per costruire una casa...e allora perchè nò anche un blog!
ciaooo
Saturnello

nia ha detto...

Un po' avevo studiato qualche data, poi sono anche arrivata al punto: vada come vada!

Saturnello ha detto...

beh ...quando il "vada come vada" viene dopo aver studiato e ricercato allora l'inconscio di solito ci guida correttamente...

ciao

Balinas ha detto...

Ciao a tutti, innanzitutto complimenti Saturnello per il tuo blog! :) , ho aperto un blog che affronta tematiche esoteriche (e astrologiche in particolare) meno di una settimana fa e a differenza di Nia non ho assolutamente provveduto all'effettuazione di una valutazione astrologica oraria, perchè fino ad ora mi sono unicamente interessato di Astrologia genetliaca...Tuttavia è una lacuna che devo inziare a colmare :)
Approfitto comunque per porti un quesito: nell'esempio che fai del richiedente che vuole partire per la Spagna, l'astrologo orario risponde tra le altre cose"...al momento vedo in arrivo un pò di problemi di lavoro che non la faranno muovere dal suo ufficio per molto tempo..." Ma analizzando il tema astrologico orario non dovremmo essere in grado di formulare "diagnosi" riguardanti unicamente il quesito posto?
Ciao, buon lavoro!

Saturnello ha detto...

Grazie, benvenuto!

Si può rispondere alla tua domanda in due modi:
1) la risposta dell'astrologo è assolutamente pertinente alla domanda, in quanto l'astrologo "non" vede il viaggio e vede invece la causa del mancato viaggio...e pari pari la descrive al consultante.
Avrebbe potuto dire semplicemente "non ci sarà alcun viaggio" ma questo avrebbe solo causato una nuova domanda e cioè "...come mai non ci sarà il viaggio?"

2)un tema di oraria può dare una infinità di risposte sempre che siano in qualche modo legate alla domanda posta, quante darne dipende solo dalla pazienza e disponibilità dell'astrologo, di solito ci limita a ciò che esaurisce le necessità del cliente, anche perchè è inutile andare a cercarsi problemi...

Balinas ha detto...

Grazie Saturnello :) Mi daresti un consiglio su un testo italiano per introdurmi all'Arte Astrologica oraria? Stando alle indicazioni di Patrizia Nava, in italiano c'è poco...

Saturnello ha detto...

Che sappia io c'è solo un libro edito l'anno scorso da Capone Editore : "Astrologia Oraria Classica" di Erik Van Slooten.
Non l'ho letto però, tutto quello che so l'ho appreso negli anni da vari testi in lingua inglese incluso ovviamente Christian Astrology di William Lilly.
Dello stesso autore di cui sopra ho però un vecchio libro edito nel '99 e cioè Manuale di astrologia oraria, però mooolto leggero e un pò contaminato dal superfluo dell'astrologia moderna, l'ho subito lasciato per altri più aderenti allo spirito dell'astrologia classica.
L'astrologia moderna proprio non "c'azzecca" con l'Oraria...

AstroKat ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Saturnello ha detto...

grazie per l'informazione AstroKat!
non credo comunque che riuscirò ad andarci..ma magari qualcun'altro ...so per sicuro però che i seminari di Van Slooten sono sempre molto interessanti e molto seguiti, in Italia ha un notevole seguito.
Ciao!